Aperta la Lilla!

Domenica 10 febbraio è entrata in funzione la quarta linea di metropolitana di Milano. La linea 5, caratterizzata dal colore lilla, percorre i viali Fulvio Testi collegando la periferia nord (Bignami) con la fermata Zara della linea 3, sfiorando l'ospedale Niguarda e l'università Bicocca. 


 

La realizzazione della“Lilla” ha anticipato la costruzione della linea 4 non certo grazie a lavori celeri ma per questioni di finanziamento. Il consorzio Metro5 (Astaldi, Ansaldo, Alstom e ATM) ha iniziato le operazioni di scavo delle gallerie e delle sette stazioni nel 2007, impiegando 6 anni per realizzare 4 km di linea sotto il viale più largo di tutta la città.

Il valore complessivo dei lavori, compresa la seconda tratta fino a Garibaldi (apertura a fine 2013) è di circa 550 milioni. I costi sono stati sostenuti in parte da Metro 5, che per questo gestirà l’esercizio per i prossimi 30 anni, e in parte dalla collettività.

La linea 5 è la prima in città ad essere completamente automatizzata e quindi senza guidatore, inoltre tutte le banchine sono separate dai binari e dai treni  da porte di sicurezza, che si aprono esclusivamente quando un veicolo è fermo in stazione.

I treni lunghi 50 metri sono di dimensioni nettamente ridotte rispetto a quelli circolanti sulle altre linee, e arrivano a trasportare 536 persone. In questa prima fase la “Lilla” sarà aperta dalle 6 alle 22, con una frequenza di 6 minuti, garantendo così una capacità di trasporto di 5000 passeggeri per ora in ciascuna direzione.

La tratta appena inaugurata è solo l’inizio di questa linea che si estenderà nei prossimi anni fino a raggiungere l’importantissimo nodo di Garibaldi (interscambio con M2, Passante Ferroviario e treni regionali), e lo stadio di San Siro in tempo, si spera, per l’Expo 2015.

Davide Cassinadri


 

Share