Studio sulla domanda di mobilità per i servizi ferroviari del Piemonte orientale

Lo studio, commissionato dalle Ferrovie Federali Svizzere, è stato sviluppato nell’ambito della gara per l’assegnazione del Servizio Ferroviario Regionale bandita dalla Regione Piemonte con riferimento a tre lotti funzionali distinti:

  1. Piemonte Nord-Est
  2. Piemonte Sud-Est
  3. Collegamento Torino-Milano

    

Obiettivo fondamentale dello studio era fornire i principali parametri di domanda necessari alla costruzione dell’offerta, in termini sia tecnici che economici, ed in particolare:

  • passeggeri trasportati per linea in un tipico giorno feriale e nell’intero anno;
  • carico massimo per linea (passeggeri/treno)

  

Questi risultati sono stati ottenuti mediante un modello di simulazione multimodale, sviluppato a scala ampia in ambiente EMME3 sulla base della Rete Nazionale Trasporti ed Ambiente, e spinto ad un livello di dettaglio comunale (oltre 600 zone di traffico).

L’offerta ferroviaria è stata ottenuta interfacciando il modello con il data-base VIRIATO © appositamente predisposto dalla società LDM di Ponte Capriasca (CH). L’architettura generale del modello di domanda era basata su:

  • un modulo di scelta modale a due stadi (pubblico/privato e bus/treno);
  • più moduli di assegnazione, riguardanti di volta in volta la rete stradale, quella dei servizi di trasporto pubblico, ed i servizi ferroviari in particolare.

L’assegnazione ferroviaria è stata effettuata ad orario, considerando l’intera offerta del tipico giorno feriale sia interna ai lotti che funzionalmente correlata ad essi (circa 2.000 treni). Si sono così ottenuti i carichi per singolo treno e segmento di linea.

Informazioni aggiuntive